Esplorazione del tondo

© Teresa Barberio, 2015

Annunci

Analisi del 2014

I folletti delle statistiche di WordPress.com hanno preparato un rapporto annuale 2014 per questo blog.

Ecco un estratto:

La sala concerti del teatro dell’opera di Sydney contiene 2.700 spettatori. Questo blog è stato visitato circa 11.000 volte in 2014. Se fosse un concerto al teatro dell’opera di Sydney, servirebbero circa 4 spettacoli con tutto esaurito per permettere a così tante persone di vederlo.

Clicca qui per vedere il rapporto completo.

2013 in review. Thanks to all!!!

The WordPress.com stats helper monkeys prepared a 2013 annual report for this blog.

Here’s an excerpt:

The concert hall at the Sydney Opera House holds 2,700 people. This blog was viewed about 25,000 times in 2013. If it were a concert at Sydney Opera House, it would take about 9 sold-out performances for that many people to see it.

Click here to see the complete report.

Ci sono milioni di variabili fuori dal nostro controllo…

Mood on Me

Non credo ci sia qualcosa più stancante dell’attendere. Ti mostra la tua totale impotenza, ed è una cosa che mi rende nervosa. Quando sai di non poter fare nulla ma dipendi totalmente dal tempo; ti rende schiavo tanto da portarti sempre a guardare l’orologio e a fantasticare che il tempo passi in un battito di ciglia. Ma tutto ha il suo corso e tutto deve avere un suo perché. Il destino, il tempo, la casualità, l’evoluzione sono tutte le variabili che dobbiamo mettere in conto quando agiamo e quando ci incamminiamo in una direzione. Un giorno può andare bene e uno no. Le variabili sono come delle piume nel vento, non sai mai che direzione possono prendere o quale nuovo soffio può influire sulla loro traiettoria. Non sai mai quando le persone possono uscire dalla tua vita o entrarci sfondando le porte che avevi accuratamente chiuso, alcuni ci fanno solo…

View original post 62 altre parole

Un blog che è appena nato, ma che sono sicura arriverà lontano…

assonanzedissonanze

dietro le apparenze....

spesso sappiamo cogliere solo ciò che sta davanti , quello che ci sembra più ovvio e immediato, perchè andare a fondo, scavare, potrebbe portarci su terreni accidentati, fuori dai binari dell’abitudine…ma sorprendentemente poi,,,,tutto si svela semplice e percorribile…nuovi sentieri che non avremmo immaginato…nuove strade verso la vita…

View original post